Logo Confcommercio

->POR FESR REGIONE VENETO

POR FESR REGIONE VENETO

POR FESR REGIONE VENETO

BANDI POR-FESR REGIONE VENETO FINANZIAMENTI E OPPORTUNITA’ PER LE PMI

Il POR (Programma Operativo Regionale) è lo strumento attraverso cui la Regione Veneto, grazie ai circa 600 milioni di euro messi a disposizione delle imprese dall’Unione Europea, dallo Stato e dalla Regione stessa, svilupperà entro il 2020 un piano di crescita sociale ed economica con importanti interventi a sostegno delle PMI.

Il POR veneto, in coerenza con gli indirizzi politici dell’Unione Europea, focalizza la sua strategia su 6 Assi prioritari che riprendono gli obiettivi tematici previsti dalla strategia Europa 2020:

1. Ricerca, sviluppo e innovazione

2. Agenda digitale

3. Competitività dei sistemi produttivi

4. Sostenibilità energetica e qualità ambientale

5. Rischio sismico e idraulico

6. Sviluppo urbano sostenibile.

 

CLICCA QUI PER ELENCO BANDI, AVVISI, FINANZIAMENTI POR FESR 2014-2020

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

contributi nuove imprese

 

BANDO PER L’EROGAZIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI ALL’EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

AZIONE 4.2.1 “Incentivi finalizzati alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti delle imprese e delle aree produttive compresa l’installazione di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile per l’autoconsumo, dando priorità alle tecnologie ad alta efficienza”.

 

L’intervento vuole incentivare le imprese alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti tramite: il monitoraggio continuo dei flussi energetici e l’elaborazione delle buone prassi aziendali, l’installazione di impianti ad alta efficienza, di sistemi e componenti che riducano i consumi energetici nei processi produttivi, gli interventi di efficientamento energetico di impianti produttivi e la realizzazione di audit energetici.

 

Possono partecipare al bando le micro, piccole e medie imprese che al momento della presentazione della domanda abbiano i seguenti requisiti: (si rimanda all’art. 4.1 del bando per le altre clausole formali)

  • siano regolarmente iscritte come “Attive” al Registro delle Imprese da più di 12 mesi alla data di apertura dei termini di presentazione della domanda (02/11/17);
  • esercitino un’attività economica classificata con codice ATECO 2007 nei settori indicati nell’Allegato B del Bando
  • abbiano l’unità operativa o le unità operative in cui si realizza il progetto, in Veneto.

 

Sono ammissibile le seguenti spese:

  • fornitura e installazione di nuovi impianti produttivi e/o macchinari ad alta efficienza energetica
  • fornitura e installazione di software necessari al funzionamento degli impianti produttivi;
  • opere murarie e impianti strettamente necessari all’efficientamento energetico negli edifici delle unità operative;
  • spese tecniche per le diagnosi energetiche ante e post intervento (nel limite massimo di 5.000 euro)
  • spese per il rilascio delle certificazioni di gestione ambientale o energetica conformi EMAS e alle norme ISO 50001 e EN ISO 14001;
  • spesa sostenuta per le garanzie fornite da banca, da una società di assicurazione o da altri istituti finanziari.

 

Sono ammissibili i progetti coerenti con il Piano Energetico Regionale, che si articolano nelle seguenti fasi:

FASE 1: Valutazione ante intervento del fabbisogno energetico annuo complessivo dell’unità operativa oggetto del progetto e individuazione delle opportunità di risparmio energetico e di riduzione delle emissioni di gas climalteranti attraverso la diagnosi energetica (eseguita dopo il 19 luglio 2016).

FASE 2: Elaborazione e sviluppo del progetto di contenimento dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti sulla base degli interventi previsti dalla diagnosi.

Tutti gli interventi devono essere avviati successivamente agli esiti della diagnosi energetica; il beneficiario deve selezionare tra le opportunità di risparmio energetico, individuate dalla diagnosi energetica, interventi che comportino complessivamente un risparmio maggiore o uguale al 9% del fabbisogno annuo di energia ante intervento, espresso in kWh.

FASE 3: Valutazione post intervento di raggiungimento dell’obiettivo di progetto nonché di risparmio energetico e di riduzione di emissioni di gas climalteranti attraverso alternativamente:

Il progetto ammesso all’agevolazione deve essere concluso e operativo entro il 14 dicembre 2018. Non sono ammissibili i progetti portati materialmente a termine o completamente attuati prima della presentazione della domanda.

 

La dotazione finanziaria iniziale dell’azione 4.2.1 per le annualità 2017-2018 è pari a

6 milioni di euro. L’agevolazione, nella forma del contributo a fondo perduto, è pari al 30% della spesa rendicontata ammissibile, per progetti che comportano una spesa di almeno 80.000€ e nel limite massimo 500.000€.

 

La domanda può essere presentata a partire dalle ore 10:00 di giovedì 2 novembre 2017, fino alle ore 18:00 del 9 gennaio 2018.

L’iter di valutazione e selezione dei progetti è completata entro 120 giorni dalla chiusura dei termini per la presentazione delle domande.

 

Rimangono a disposizione delle imprese associate per qualsiasi informazione e chiarimento:

Silvia Vaccher Tel. 0422 570040 e-mail: s.vaccher@unascom.it.

 

Francesca Mureri  Tel. 0422 570764 e-mail: f.mureri@unascom.it 

 

clicca qui per testo integrale bando e modulistica

Effettua una ricerca tra le news

POR FESR REGIONE VENETO

POR FESR REGIONE VENETO