Logo Confcommercio

News->Coronavirus Aggiornamenti->ORDINANZA REGIONE VENETO
3 APRILE

ORDINANZA REGIONE VENETO
3 APRILE

Pubblicato il: 03 Aprile 2020

ORDINANZA REGIONE VENETO
3 APRILE

 Il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, ha firmato un’ordinanza che proroga fino al 13 aprile compreso le misure già adottate nelle scorse settimane, introducendo ulteriori provvedimenti in materia di gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19. Segue la sintesi delle disposizioni.

Apertura negozi

Dal lunedì al sabato (escluso lunedì 13 aprile) restano aperti i punti vendita dell’allegato 1 al DPCM 11 marzo 2020, senza alcuna distinzione sulla base della superficie di vendita.

Domenica sono chiusi tutti i punti vendita di generi alimentari, compresi gli esercizi all’interno dei centri commerciali. È disposta la chiusura anche nella giornata festiva di lunedì 13 aprile. Rimangono aperte edicole, farmacie e parafarmacie.

 

Tutti gli esercizi commerciali, anche all’aperto, hanno l’obbligo di:

·         limitare l’accesso all’interno dei locali ad un solo componente del nucleo familiare;

·         ammettere e far circolare solo soggetti con mascherine e guanti, verificando la copertura di naso e bocca (CARTELLO INFORMATIVO ALLEGATO);

·         obbligo di perimetrazione dell’area;

·         mantenimento di un unico accesso;

·         utilizzo di ogni strumento per evitare assembramenti.

 

Articoli in vendita

Il commercio al dettaglio degli articoli di cancelleria è consentito "negli esercizi commerciali regolarmente aperti in base alle disposizioni in materia di contrasto al Covid-19, nei quali era già svolto al momento della dichiarazione dello stato di emergenza".

Per i prodotti florovivaistici, l'ordinanza stabilisce che "è vietata l’attività di vendita di prodotti florovivaistici, garden e simili, salva l’attività di consegna a domicilio". Successivamente la Regione ha emesso un comunicato stampa di chiarimento di tale disposizione nel quale si evidenzia che il commercio di prodotti florovivaistici è vietato in autonomi punti vendita, mentre non ne è preclusa la commercializzazione nell'ambito di esercizi commerciali legittimamente aperti per la normativa Covid-19 e in particolare nell'ambito di cosiddetti angoli verdi dei supermercati. 

 

Mercati ambulanti

Divieto di mercati sia all’aperto che al chiuso di generi alimentari (sono già sospesi quelli di altre merceologie), salvo che sia adottato dal Sindaco un piano, consegnato ai commercianti, che preveda:

 

·         una perimetrazione, nel caso di mercati all’aperto;

·         presenza di un unico varco di accesso, separato da quello di uscita;

·         sorveglianza pubblica o privata che verifichi distanze sociali e il rispetto del divieto di assembramento nonché il controllo dell’accesso all’area di vendita;

·         per venditori e compratori, uso obbligatorio di guanti monouso e mascherine e comunque garantendo copertura di naso e bocca.

 

ATTENZIONE!

Istruzioni per comunicazioni alla Prefettura

La Prefettura di Treviso informa che, a far data dal 6 aprile, per comunicare la prosecuzione dell’attività ai sensi dell’art. 1 lett.d) e g) del DPCM 22.03.2020 e le richieste autorizzazioni ai sensi della lett. h),dovrà essere utilizzato l’apposito indirizzo PECprotocollo.preftv@pec.interno.it e l’oggetto dovrà obbligatoriamente iniziare con la seguente parola chiave, comprensiva di parentesi quadre:

- per le comunicazioni di prosecuzione attività:[comunicazione]

- per le richieste di autorizzazioni:[autorizzazione]

seguita dalla ragione sociale dell’impresa.

Es.: [autorizzazione] Mario Rossi oppure [comunicazione] Ditta XXXX

Si ricorda, inoltre, che nel modello di comunicazione devono essere specificamente indicate le imprese e le amministrazioni beneficiarie dei prodotti e servizi attinenti alle attività consentite, con i rispettivi codici ATECO.

Effettua una ricerca tra le news

ORDINANZA REGIONE VENETO

ORDINANZA REGIONE VENETO