Logo Confcommercio

CHI SIAMO->Web Privacy->Bando RISTORI per CATEGORIE ECONOMICHE SOGGETTE A RESTRIZIONI

Bando RISTORI per CATEGORIE ECONOMICHE SOGGETTE A RESTRIZIONI

Pubblicato il: 10 Febbraio 2021

Bando RISTORI per CATEGORIE ECONOMICHE SOGGETTE A RESTRIZIONI

Bando per LA CONCESSIONE DI RISTORI AD ALCUNE CATEGORIE ECONOMICHE SOGGETTE A RESTRIZIONI IN RELAZIONE ALL’EMERGENZA COVID-19

 

Oggetto

BANDO PER LA CONCESSIONE DI RISTORI AD ALCUNE CATEGORIE ECONOMICHE SOGGETTE A RESTRIZIONI IN RELAZIONE ALL’EMERGENZA COVID-19

AI SENSI DELL’ART. 22 DEL DECRETO LEGGE 30 NOVEMBRE 2020 N. 157 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 588 DEL 14 MAGGIO 2019

CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO A SOSTEGNO DELLA LIQUIDITA’

 

In sintesi

è BENEFICIARI: LE IMPRESE CON CODICE ATECO PRIMARIO AL 10 FEBBRAIO 2021 NEI SETTORI ELENCATI ALL’ART. 4 DEL BANDO CHE SONO STATE COLPITE DALLE RESTRIZIONI IMPOSTE PER IL CONTENIMENTO DEL CONTAGIO DA COVID-19 E SIANO IN REGOLA DAL PUNTO DI VISTA CONTRIBUTIVO;

è AGEVOLAZIONE: CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO A SOSTEGNO DELLA LIQUIDITA’. L’AMMONTARE DELLA SOVVENZIONE VERRA’ DETERNIMATO RIPARTENDO EQUAMENTE LA DOTAZIONE FINANZIARIA (18.365.921,05 EURO) PER IL NUMERO DI DOMANDE DI CONTRIBUTO CHE VERRANNO RITENUTE AMMISSIBILI;

è PRESENTAZIONE DOMANDA: DALLE ORE 10:00 DEL 10 FEBBRAIO 2021 ALLE ORE 17:00 DEL 3 MARZO 2021 SOLO PER VIA TELEMATICA SU PORTALE RESTART.INFOCAMERE.IT

è NECASSARI SPID O CNS DEL LEGALE RAPPRESENTANTE DELL’IMPRESA, PEC E CODICE IBAN DEL BENEFICIARIO

 

………………………………………………………………………………………………………………………………………......

 

Finalità e obiettivi del bando

Regione Veneto e Unioncamere del Veneto intendono realizzare un’azione congiunta finalizzata a sostenere, mediante un intervento di ristoro, le imprese venete che sono state colpite dalle restrizioni imposte per il contenimento del contagio da Covid-19.

 

Soggetti ammissibili

Sono ammesse alle agevolazioni le imprese con codice ATECO primario risultante dalla banca dati del Registro Imprese alla data del 10 febbraio 2021 nei settori:

a) Filiera eventi (congressi, matrimoni, cerimonie etc.).

b) Ambulanti con posteggi in aree di eventi, stadi (cosiddetti fieristi): in fase di presentazione della domanda tramite il portale devono inserire gli estremi dell’autorizzazione/concessione di posteggio ed il Comune che l’ha rilasciata, ovvero gli estremi di altro titolo idoneo rilasciato dall’organizzatore della manifestazione svoltasi nell’anno 2019.

c) Filiera trasporti persone.

d) Filiera sport, intrattenimento, parchi divertimento e tematici (incluse le attività dello spettacolo viaggiante).

e) Filiera attività culturali e spettacolo.

f) Commercio al dettaglio di abbigliamento, calzature, libri e articoli di cartoleria.

g) Esercizi all’interno di centri o parchi commerciali la cui attività è stata sospesa per effetto del DPCM 24 ottobre 2020 e successivi o delle successive ordinanze del Presidente della Giunta regionale del Veneto.

 

Si rinvia all’art. 4 del bando per gli specifici codici Ateco rientranti nei settori individuati.

Non tutte le imprese che operano all’interno di centri o parchi commerciali possono partecipare al bando, ma solo le imprese la cui attività è stata totalmente sospesa. Non rientrano tra le attività sospese quelle per le quali era possibile l’esercizio con orario giornaliero ridotto oppure mediante vendita per asporto. Non possono partecipare le imprese che svolgono le seguenti attività:

·       Punti vendita di generi alimentari

·       Farmacie

·       Parafarmacie

·       Presidi sanitari

·       Prodotti agricoli e florovivaistici

·       Tabacchi

·       Edicole

·       Parrucchieri

·       Estetisti

·       Lavanderia

·       Bar, gelaterie, pasticcerie e ristoranti

 

L’impresa deve inoltre possedere i seguenti requisiti:

1. Risultare regolarmente iscritta come “Attiva” al 31/12/2020 al Registro delle Imprese istituito presso la C.C.I.A.A. competente per territorio;

2. Disporre di una sede operativa (che può coincidere con la sede legale ovvero con un’unità locale) nel territorio della Regione del Veneto al momento della presentazione della domanda di ristoro;

3. Essere, al momento della presentazione della domanda di ristoro, nel pieno e libero esercizio dei propri diritti e non essere in stato di liquidazione o di fallimento né essere soggetta a procedure di fallimento o di concordato preventivo;

4. Non sono escluse dai benefici le imprese che presentano le caratteristiche di imprese in difficoltà, così come definite dal “Quadro temporaneo per le misure di Aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19”, adottato con Comunicazione della Commissione 19 marzo 2020 C (2020) 1863 e successive modifiche ampliative.

 

Sono esclusi dal bando i professionisti e i lavoratori autonomi con partita IVA, che non siano imprese individuali iscritte al Registro Imprese.

 

Dotazione finanziaria

La dotazione finanziaria complessiva del bando è di 18.365.921,05 EURO (dei quali 17.365.921,05 euro messi a disposizione dalla Regione Veneto e 1.000.000,00 euro messi a disposizione delle Camera di Commercio del Veneto).

 

Caratteristiche del contributo

L’agevolazione è concessa nella forma di contributo a fondo perduto a sostegno della liquidità. L’ammontare della sovvenzione verrà determinato ripartendo equamente la dotazione finanziaria per il numero di domande di contributo che verranno ritenute ammissibili.

 

Il contributo è cumulabile con altri aiuti nei limiti previsti dal “Quadro Temporaneo per le misure di Aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19” (gli aiuti della sezione 3.1. “aiuti sotto forma di sovvenzioni dirette, anticipi rimborsabili o agevolazioni fiscali” possono essere cumulati con gli aiuti di cui alla sezione 3.2 “aiuti sotto forma di garanzie sui prestiti” e con gli aiuti di cui alla sezione 3.5 “assicurazione del credito all’esportazione a breve termine”). Le misure di aiuto previste dal Quadro Temporaneo possono essere cumulate con gli aiuti che ricadono nell’ambito del regolamento de minimis (1407/2013).

Al contributo non si applica la ritenuta d’acconto del 4% (di cui all’art. 28 c. 2 del D.P.R. n. 600/1973).

Il contributo non concorre alla formazione del reddito imponibile ai fini delle imposte sui redditi e sull’IRAP.

 

Modalità di presentazione della domanda

Le agevolazioni sono concesse sulla base di procedura automatica. La domanda di partecipazione al bando deve essere presentata esclusivamente per via telematica per mezzo di SPID o CNS del legale rappresentante dell’impresa, utilizzando il portale https://restart.infocamere.it/

 

Le domande di partecipazione degli esercizi all’interno dei centri o parchi commerciali avranno un accesso distinto da quello dedicato alle altre imprese ammesse a contributo.

La domanda costituisce sia istanza di concessione che di pagamento, pertanto sarà necessario riportare il codice IBAN del beneficiario.

 

Termini per la presentazione della domanda

La domanda deve essere presentata a partire dalle ore 10:00 del giorno 10 febbraio 2021 e fino alle ore 17:00 del giorno 3 marzo 2021.

L’elenco delle domande ammissibili sarà disponibile indicativamente entro 30 giorni dal termine di chiusura dello sportello per la presentazione delle domande e sarà pubblicato nel sito web di Unioncamere www.unioncamereveneto.it

 

è Rimandiamo ad una attenta lettura del bando e delle FAQ rinvenibili al seguente indirizzo: http://www.ven.camcom.it/schedaNews.asp?idNews=8227

Effettua una ricerca tra le news

Bando RISTORI per CATEGORIE ECONOMICHE SOGGETTE A RESTRIZIONI

Bando RISTORI per CATEGORIE ECONOMICHE SOGGETTE A RESTRIZIONI