Logo Confcommercio

News->Coronavirus Aggiornamenti->NUOVA ORDINANZA 24 APRILE

NUOVA ORDINANZA 24 APRILE

Pubblicato il: 24 Aprile 2020

NUOVA ORDINANZA 24 APRILE

Alleghiamo con effetto dalle ore 15:00 del 24 aprile 2020 al 3 maggio 2020 compreso, salva cessazione anticipata della stessa per effetto di quanto disposto dal decreto legge n. 19 del 2020 e salva proroga nel rispetto del medesimo decreto legge, la nuova odinanza del Veneto. 

 

Evidenziamo in particolare che:

 ·         è confermato, per tutti gli spazi pubblici o aperti al pubblico in cui trovano persone in relazione ad attività ammesse dalla presente ordinanza o dall’ordinanza n. 40 o dalla normativa statale, l’obbligo di tutte le persone di rispettare distanziamento di un metro e di utilizzare mascherina e guanti o garantendo l’igiene delle mani con idoneo prodotto igienizzante, salve le disposizioni speciali più restrittive già adottate.

 

·         È consentita la vendita di cibo da asporto. La vendita per asporto sarà effettuata, ove possibile, previa ordinazione on-line o telefonica, garantendo che gli ingressi per il ritiro dei prodotti ordinati avvengano dilazionati nel tempo e comunque, negli spazi esterni anche di attesa, nel rispetto del distanziamento di un metro tra avventori e con uso da parte degli stessi di mascherina e guanti o garantendo l’igiene delle mani con idoneo prodotto igienizzante, e consentendo, nell’eventuale locale interno, la presenza di un cliente alla volta, con mascherina e guanti o garantendo l’igiene delle mani con idoneo prodotto igienizzante, e stazionamento per il tempo strettamente necessario alla consegna e al pagamento della merce; gestore ed addetti devono essere muniti di mascherina e guanti; rimane sospesa ogni forma di consumo sul posto ed è confermata la possibilità di consegna a domicilio. Quindi sarà possibile andare, ad esempio, a comprare la pizza in una pizzeria, ma non consumarla sul posto.

 

·         È revocata la disposizione restrittiva di cui alla lettera o) del punto 1. dell’ordinanza n. 40 del 13.4.2020, relativa alla vendita di vestiti per bambini e di prodotti di cartolerie nonché alle librerie; la vendita di vestiti per bambini include quella delle scarpe per i bambini medesimi.

Quindi i negozi che vendono articoli per bambini nonché cartolerie e librerie potranno restare aperti tutta la settimana.

 

·         È consentita la vendita in esercizi anche esclusivamente commerciali al dettaglio, quali fiorerie, di prodotti florovivaistici, quali a titolo di esempio semi, piante, fiori ornamentali, piante in vaso, fertilizzanti.

 

·         È consentita la coltivazione del terreno per uso agricolo per autoconsumo, anche all’interno di orti urbani e comunali, nel rispetto degli obblighi di distanziamento di un metro e dell’uso di mascherina e guanti o garantendo l’igiene delle mani con idoneo prodotto igienizzante.

 

·         Nei mercati e nelle analoghe forme di vendita su area pubblica o privata è ammessa la vendita di prodotti florovivaistici e di abbigliamento per bambini, comprese le scarpe per i bambini medesimi.

 

·           Sono consentiti i lavori per le opere pubbliche non per codici Ateco, ma per categorie (rif. punto 3 ordinanza).

·           Sono consentiti i lavori sul patrimonio edilizio esistente (rif. punto 4 ordinanza).

·           È consentito l'accesso nei cimiteri nel rispetto dell'obbligo di distanziamento (rif. punto 9 ordinanza).

 

 

 

DOCUMENTI SCARICABILI

Effettua una ricerca tra le news

NUOVA ORDINANZA 24 APRILE

NUOVA ORDINANZA 24 APRILE