Logo Confcommercio

History->Web Privacy->PEC obbligatoria entro il 1° ottobre 2020

PEC obbligatoria entro il 1° ottobre 2020

Pubblicato il: 15 Settembre 2020

PEC obbligatoria entro il 1° ottobre 2020

Dal prossimo ottobre, tutte le imprese societarie e individuali hanno l’obbligo di comunicare il proprio indirizzo PEC, pena l’assegnazione di un nuovo domicilio digitale e una sanzione amministrativa.

 

La PEC (Posta Elettronica Certificata) è diventata un obbligo per tutte le imprese da fine 2012, dopo la conversione del Decreto Legge 179/2012 nella Legge 221/2012, sono passati ormai otto anni.

 

Tutte le imprese, sia individuali che collettive (società), dal 2102 hanno l'obbligo di:

  • Munirsi di una casella di posta elettronica certificata (PEC);
  • Iscrivere il relativo indirizzo al Registro Imprese;
  • Mantenere attiva la casella di posta elettronica certificata;
  • Effettuare la variazione della Casella PEC qualora sia diversa da quella comunicata.

 

Entro il 1 ottobre 2020 tutte le imprese, costituite in forma societaria o individuale (queste ultime attive e non soggette a procedura concorsuale), già iscritte al Registro delle imprese, che non avessero ancora comunicato il proprio indirizzo PEC (ora domicilio digitale), o il cui domicilio digitale sia stato cancellato d'ufficio, ovvero che il proprio domicilio digitale, seppur dichiarato, sia inattivo, dovranno regolarizzare la propria posizione con la relativa comunicazione al Registro delle Imprese competente per territorio, in esenzione dall'imposta di bollo e dai diritti di segreteria.

 

Il servizio Pratica Semplice, istituito dalla CCIAA di Treviso-Belluno consente al legale rappresentante dell'impresa munito di dispositivo di firma digitale, di trasmettere il proprio indirizzo PEC al registro imprese in maniera semplice e veloce.

 

Segnaliamo inoltre che in caso di mancata comunicazione, la CCIAA provvederà all'assegnazione d'ufficio di un nuovo e diverso domicilio digitale.

Qualora la PEC venga assegnata d’ufficio da parte della CCIAA, quest’ultima provvederà ad attribuire, all’impresa inadempiente, una sanzione amministrativa come prevista dall'art. 2630 del codice civile, in misura raddoppiata, per le società (cioè da 206,00 a 2.064,00 euro) e come indicata dall'art. 2194 del codice civile, in misura triplicata, per le imprese individuali (cioè da 30,00 a 1548,00 euro).

 

Effettua una ricerca tra le news

PEC obbligatoria entro il 1° ottobre 2020

PEC obbligatoria entro il 1° ottobre 2020